VERONA 2017 - RELAZIONE B .... IS

Relazione By Aldo Danese

Eccomi a Verona! Pensavo di non poter partecipare a causa di ben 2 coliche renali, l’ultima mi ha lasciato proprio un’ora e mezza prima della chiusura delle iscrizioni, ma ce l’ho fatta, troppa era la voglia di giocare.

Ormai è diventata un’abitudine: trovarmi a giocare nello stesso torneo con dei ragazzi che ho avvicinato al gioco in tenera età e all'improvviso lottare per arrivare prima di loro in classifica. Non sempre ci riesco ma questo non mi demoralizza, in fondo, è il “ sogno” di ogni istruttore essere "malmenato " dai propri allievi.

Andiamo con ordine: il mio torneo lo trovo soddisfacente : solo 2 sconfitte di cui una con il 2° di tabellone, una  meritata e l'altra che grida vendetta; una vittoria con un giocatore sulla carta più forte ed una patta rubacchiata ad un mio allievo( Zanotto) come volevasi dimostrare.

Di Zanotto ne ha parlato il nostro presidente, invece ottimo il torneo di Vittorio che termina davanti a me guadagnando punti preziosi, mooolto sottotono, invece, il torneo di Mario e di Andrea; la lontananza dalla scacchiera si fa sempre sentire.

Bene anche il torneo di Ghiotto, neo buon acquisto del Vicentino, lo avevo vicino all’ultimo turno in cui stava strapazzando il giocatore con l’elo più alto, con un bellissimo sacrificio vanificato nell’euforia della probabile vittoria, con una micidiale cag......volata, regalando torre e partita ad un ormai rassegnato avversario.

Gli è sfuggita per soli 3 punti, la 3a nazionale al volenteroso Vitaliani, che giocando il torneo C puntava alla promozione; un errore di calcolo gli faceva chiedere la patta all’ultimo turno in posizione probabilmente vincente, ma è solo rimandata, comunque, la promozione.

Bello il posto, ottima l'organizzazione, peccato per il parcheggio non sempre facile da trovare.