Scaccoriandolo 2011: un successo di partecipazione

Altro successone per il trofeo Magnascacchi che, nella tappa del torneo Scaccoriandolo, registra ancora più di 100 partecipanti.

Infatti ben 124 giocatori si sono dati battaglia presso l’aula magna della Scuola Media Maffei di Vicenza: oltre al numero in sé dei partecipanti, ci ha fatto veramente piacere ritrovare gli amici di Lusiana guidati da Giacomo Scarsella e un nutrito gruppo di ragazzini del comprensorio di Marostica-Bassano: i nostri confini si stanno quindi allargando!
Ma andiamo con ordine.

Nel torneo B la spunta su tutti i 62 giocatori un ottimo Riccardo Basso, della Scuola Zanella, che vince il torneo con 5.5 su 6; al secondo posto Tommaso Farina, di Bassano del Grappa, con 5; al terzo  Alberto Visonà della sezione di Dueville con 4.5.
Buona la prestazione anche di Luca Alberto Dalla Via, e soprattutto del piccolo Francesco Boraso che chiude al 7° posto anch’egli con 4.5 ma con un bucholtz più basso: ci auguriamo che il fratello d’arte calchi le orme di chi in famiglia lo precede. Prima delle bambine Livia Fusco con 3.5 su 6. Sfortunata la prova di Lisa Marie Carino, che aveva 3,5 punti prima del'ultima partita, per la quale si è vista assegnare una sconfitta dopo che aveva dato il matto del barbiere al suo avversario. In questo torneo, infatti, il matto del barbiere era stato vietato e la sanzione era la perdita della partita.  

 Riccardo Basso, 1°; Livia Fusco, 1^ bambina; Alberto Visonà, 3°; Tommaso Firoso, 2°I vincitori del torneo B
da sinistra: Riccardo Basso, 1°; Livia Fusco, 1^ bambina; Alberto Visonà, 3°; Tommaso Farina, 2°

Il maestro Beppe Nordio anche questa volta ha festeggiato con la sua scuola, Zanella, la coppa come migliore scuola del torneo B.

La scuola Zanella di VicenzaLa scuola Zanella di Vicenza

La classifica del torneo B.

Nel torneo A prova di maturità per Leonardo Testa, che pur essendo del 2003 gioca con i bambini di quarta e quinta e con un convincente 5.5 su 6 arriva primo in un lotto di 44 partecipanti.
Lo segue a ruota un altro giovane e valido scacchista del nostro circolo: Riccardo Carraro che chiude a 5. Lorenzo Scarsella porta sul podio un po’ d’Altopiano dei 7 Comuni piazzandosi terzo con 4.5 su 6.
Buone anche le prestazioni di Francesco Stopazzolo, Giorgio Cegalin (unico a strappare la patta al vincitore), Paolo Bettanin e Lorenzo Magazzù … tutti a 4.5 e tutti del CSVP. Marco Rigo, classe 2002, è arrivato decimo con 4 punti nonostante giocasse con bambini di 1-2 anni più grandi di lui.
A 4 punti e nono posto assoluto troviamo Alessia Dalla Via che si porta a casa la coppa di 1° femminile.

 ... Scarsella, 3°; Alessia Dalla Via, 1^ bambina; Riccardo Carraro, 2°; Leonardo «Michelangelo» Testa, 1°I vincitori del torneo A
da sinistra: Lorenzo Scarsella, 3°; Alessia Dalla Via, 1^ bambina; Riccardo Carraro, 2°; Leonardo «Michelangelo» Testa, 1°
(sullo sfondo Enrico Timothy «Groucho» Testa e Sir Aldo Danese)

La classifica per le scuole è stata dominata dalla scuola di Laghetto.

La scuola di LaghettoLa scuola di Laghetto

La classifica del torneo A.

Nel torneo Open con 16 giocatori successo annunciato di Remo Padovan con 4.5 su 5. Giuseppe Rizzo si piazza alle spalle del vincitore con 4 su 5. Mario Rigo (classe 2000!) ottiene un risultato eccellente arrivando terzo con una patta all'ultimo turno con il vincitore: 3,5 i suoi punti, tanti quanti ne ha fatti Jacopo Gennari, quarto per Bucholtz inferiore. Bravo Mario!
A seguire a 3 punti una batteria di giovani scacchisti del CSVP: Giacomo Caoduro, Marco Testolin, Andrea Gennari e Othman Tabassi.

 Remo Padovan, 1°; E.T. Testa, Mario Rigo, 3°, A. DaneseI vincitori del torneo Open
da sinistra: Remo Padovan, 1°; E.T. Testa, Mario Rigo, 3°, A. Danese
(sullo sfondo Marco Rigo)

La classifica del torneo Open.

Il torneo Scaccoriandolo è stata una vera e propria festa degli scacchi in maschera, con frittelle per i bambini e maschere divertenti anche per gli organizzatori che danno appuntamento a tutti alla prossima ed ultima tappa del trofeo Magnascacchi “-Alcool + Scacchi” prevista per il 16 aprile. 


Con il contributo di: